sabato, ottobre 21, 2006

Non è un Salto


Il balzo.

Suadente e tondo
nell'apparenza tronfia
dell'immaginazione.



Skrikkiolante e inflessibile
nei teknicismi
morfologici e misurativi.

Affranto.
Nel dinamismo sterile
della korsa al limite umano.

Vinto.
In ogni timido
tentativo
del ripetersi migliorandosi.

Il salto non è altro
ke un volo.
Tra le parentesi
akkordate
di inizio e fine.

Perdersi in quell'istante
dove non esiste
kontatto.
Labbra liquide
in un sussurro
di panno verde.

Ke rilevanza ha il -per quanto-?
Non è un salto. E' un volo.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Il piacere di visitarti qui, quotidianamente, vale quasi quanto il trovarti per caso di la', nel
mondo dei persi dietro a qualcosa o a qualcuno, nel mondo di faccine che faticano a rendere il multisfaccettato universo
delle umane vibrazioni.
(La Goccia)

IlVoloDelPasseroBianco ha detto...

Bambini

Si tengono per mano

Solido

Cerchio

Deciso indeciso

Orario antiorario

Nessuno davanti

Alcuno dietro

Dopo il girotondo

Cadono i grandi

Volano i bambini

Nel perenne istante

Del perenne tempo.