venerdì, ottobre 27, 2006

Nessuna domanda. Nessuna spiegazione.




Non dimentiko.

Ma lo reputo inutile. Nient'altro ke un kontorsionismo di piacere rabbioso, devoto all'orgoglio e ad una irrequietezza karnale.
Non importa l'akkaduto. Ha poka rilevanza anke l'akkadente.
Non servono kolpevoli, mandanti, metodologia e arma del delitto.
Non serve bannare, non serve gonfiare i muskoli prepotenti di un dito.
Non servono spiegazioni perkè non esiste nessuna vittima.
Una porta kiusa non è niente in sè.
Dipende in ke direzione hai rivolte faccia e idee.
Un karcerato ke sente kiudersi le gabbie dietro sorride.
I sekondini resteranno gli unici prigionieri.

Questa tuttavia era una festa. La gran festa della bugia, dell'ipokrisia, del dato di fatto inkontrovertibile perkè non dimostrabile. Un'orgia ordinata di sapori dove distinguere il fiele dal nettare diventa troppo komplesso. Una pratika iperteknika ed estremamente metodologika.
Una festa in kui mi sono sempre trovato bene. Troppo stupido e arrogante il kontorno per non potermi fingere giullare ed esserne karnefice.
Fintanto ke parakulanti e infami magliette kon skritto -Sekurity- hanno fatto -tremare- kon un klik un ip -sovversivo-.
Nessun korpo.
Questo non è un epitaffio.
PeterPam_26 è skomparso sekondo kopione. Non è morto.

Ne skrivo adesso il finale, (s)vestito dei medesimi panni su una qualke Playa Zicatela kon altri sorrisi troppo svegli per farsi bannare a Parigi o in qualsiasi altra Loggia del Niente.

Ne skrivo il finale perso nel suo stesso sorriso askoltando una voce ke non c'è più:

-Forse Allende ha sognato troppo?-.
-Non si sogna mai troppo-.
-Non si può fare politica e poesia allo stesso tempo- postillò lei.
-Al contrario. E' imprescindibile fare poesia e politica. Quando un rivoluzionario non è un poeta finisce per essere un dittatore e un burocrate, un traditore dei propri sogni-.

Dittatori, burokrati, censori, ordinati ordinanti del niente, portaborse, infami, ruffiani, qualunquisti per noia o kromosoma, inutili, materialisti, moralisti, buonisti e -rigidi tolleranti-.
Non avete molto da sorridere. Tronfi nella vostra poltrona imbottita di -potere-. Il potere non è vostro. Siete semplici detentori temporanei. Servi dei servi dei servi, anestetizzati e ripiegati.
Kolli troppo flaccidi per non mantenere evidente il morso ke vi markia kome kapi di una mandria ke si ordina da sola. Dove non servono più i kani a riportare ordini. Il simile sul simile.
Stato semivegetativo per korpi-makkina al servizio del systema.
Matrix è qui.
Voi siete morti.

Non potete avermi.

Giokando ankora kon ciò ke non mi toglieranno mai.
Qui, fuori, ovunque.
Abbatti il Systema.
K.

Nessun rimpianto.

Un sorriso a koloro kui PeterPam ha voluto bene. A ognuno a suo modo. Ad ognuno un sorriso. A ciaskuno diverso.

Mattia

1 commento:

IlVoloDelPasseroBianco ha detto...

Triste codesto "Post" privo d' altrui sorriso.
Non di rimando.
Ma lo sai.....